Il martirio della gentilezza

Un giorno lo zio di un signore vestito in simil latex e con l’incredibile talento di spruzzare ragnatele facendo le corna ha detto: “Da un grande potere derivano grandi responsabilità”. Parole che sul momento non ho preso seriamente (forse perché accecata dalla brutta scelta del nipote supereroe di non indossare scarpe ma di optare per... Continue Reading →

“Si, ma la mancia?”

Bagnata, accaldata, sudata e trafelata. No amico mio dolcissimo, non sono accoccolata sul petto depilato di Christian Grey dopo una notte di appassionati sculaccioni e nodi marinari, ma sto correndo sotto la pioggia verso il mio nuovo lavoro come cameriera in un bar-ristorante. Per racimolare soldi, infatti, ho pensato che trovare una seconda mansione non... Continue Reading →

Arieggio la testa

Un'immigrata entra nel salone di un parrucchiere sordo e si fa i capelli quasi a zero. No, non è una barzelletta cafona per distendere gli animi, ma l’ennesima brutta iniziativa della sottoscritta il giorno in cui ho scoperto che i capelli lunghi ormai mi erano venuti a noia. Come al solito una storia piena di... Continue Reading →

Guai con la legge

Anche i migliori commettono sbagli. Se poi i migliori hanno scelto come luogo di ubicazione l’ex DDR con il presupposto di fare della propria vita una festa allora capisci bene, amico mio, che qui si parla di qualcuno che mangia pane ed errori a colazione. La storia di oggi però è particolarmente entusiasmante, perché oltre... Continue Reading →

Svento una truffa mondiale

Hai presente quando vivi un mese di vita senza un singolo avvenimento degno di nota ma per impressionare amici e parenti ne ripeschi uno a caso dal passato e lo racconti con ingiustificato entusiasmo fingendo di avere una vita incredibilmente elettrizzante? Benissimo. Allora sei già entrato nello spirito di questo nuovo articolo, amico mio coccolone... Continue Reading →

Dalle stalle alle stalle

Chi l’ha detto che una storia per essere avvincente necessiti di po’ di azione, qualche colpo di scena e un finale inaspettato? Non è forse vero che a volte anche le cose più banali, scontate e pure con una chiusa che ti fa fare spallucce sono degne di essere raccontate? No? In che senso? Se... Continue Reading →

Eroina ma con lo scazzo

E da minuti e minuti che vicino a me vola una di quelle zanzarone tutte scoordinate che tenta di uscire dalla stanza passando dalla parete. Un misto di tenerezza ma anche di brividini lungo la schiena. Ed è proprio mentre guardo questa scena dolcissima nella sua demenza, che mi torna in mente la me sciocca... Continue Reading →

WordPress.com.

Su ↑